Ktop

0
GD Star Rating
loading...

Primi sui motori di ricerca, sfida e opportunità

admin 16 aprile 2013

Potrei iniziare questo articolo con una frase che si trova spesso su molti siti che offrono consulenza per essere nelle prime posizioni di Google: ” Se ci avete trovato per questa parola chiave nei primi posti di Google vuol dire che siamo bravi e che se ci affidate una consulenza SEO faremo arrivare anche voi nei primi posti dei motori di ricerca”. Questo può essere vero, come è vero che esistono molti altri consulenti bravi a indicizzarsi bene su Google anche per parole chiave molto impegnative.

E poi dovrebbe esserci una bella Call to action “vuoi essere primo in google? contattaci e ti diremo come fare”; ma se avete qualche minuto di tempo il suggerimento è quello di leggere questo articolo fino in fondo. (rimando al fondo?)

Da molti anni è ormai chiaro che quando si realizza un sito internet, che sia un sito personale o che sia un sito aziendale, la cosa più importante è posizionarsi nei primi posti dei motori di ricerca e primo fra tutti Google che detiene più del 90% del mercato delle ricerche su internet. Ecco perché sia tra gli utenti, ma soprattutto tra gli addetti ai lavori, è sempre più importante essere trovati su Google con una ventina di parole chiave fondamentali che rappresentano l'80% del potenziale business in un determinato settore; tra quelle più ambite troviamo:

Primo posto nei motori di ricerca, posizionarsi in prima pagina di Google, prima pagina in Google, comparire ai primi posti nei motori di ricerca, posizionare in prima pagina su Google, posizionamento su Google, pubblicità su Google, primo in Google, comparire ai primi posti in Google, comparire su Google ai primi posti, visibilità in Google, sito al primo posto in Google, essere primi in Google… e tante altre ma sempre legate all'importanza di uscire dalla massa e di riuscire a risalire la SERP di Google. la SERP è la Search Engine Results Page e cioè il luogo dove risiedono tutti i contenuti dei siti internet pubblicati in tutto il mondo e quindi il luogo dove essere primi significa essere importanti, essere autorevoli, venire trovati dagli utenti.

Come comparire nelle prime posizioni di Google per avere più visitatori e quindi più clienti

Ci sono sostanzialmente due modi principali per avere più traffico sul proprio sito. Il primo è quello di attirare il traffico naturale attraverso un buon posizionamento nei motori di ricerca ottenuto con un buon lavoro di SEO. Questa è un altra sigla che negli ultimi anni chi ha affrontato un progetto internet piccolo o grande che sia ha sentito pronunciare fino alla nausea. La Search Engine Optimization, ottimizzazione del proprio sito per fare in modo che le sue pagine si posizionino nei primi posti dei motori di ricerca.

Il secondo modo è pagare il traffico attraverso quello che viene definito SEM, Search Engine Marketing, ovvero selezionare e comprare delle parole chiave che servano a soddisfare un obiettivo di marketing, sia che si tratti di vendita di un prodotto che di un servizio. In questo modo i risultati di ricerca saranno posizionati obbligatoriamente nella prima pagina di Google sopra tutti i risultati del posizionamento organico. L'unica differenza per l'utente è rappresentata da uno sfondo colorato che identifica il fatto che quella prima posizione è sponsorizzata e non è frutto del posizionamento organico.

Il SEO e il SEM si possono utilizzare per raggiungere la prima posizione nei motori di ricerca, sia per siti che vendono prodotti e servizi direttamente online sia per siti di attività che non vendono su Internet ma che da Internet vogliono avere più clienti, più richieste di preventivi, più visibilità per il proprio marchio. Le strategie di posizionamento nei primi posti dei motori di ricerca sono simili e si differenziano più che altro per la definizione degli obiettivi più o meno legati alla geolocalizzazione.

Primi sui motori di ricerca: utile se ben progettato sulla base di una strategia razionale

Il primo posto nei motori di ricerca non è un concetto assoluto ma bensì un concetto relativo. Essere al primo posto sui motori di ricerca per un gran numero di parole chiave alle volte può rivelarsi meno utile che essere primi su Google per poche parole chiave ma con un alto potenziale di rendimento in termini di vendite. Essere al primo posto nei motori di ricerca è utile se lo siamo nella stagione giusta (per esempio se vendiamo abbigliamento) o alla latitudine giusta, (per esempio se vendiamo impianti di condizionamento).

Un'altro parametro molto importante è il rapporto costo beneficio del posizionamento nei primi posti su Google. Prendiamo l'esempio della parola chiave “sigaretta elettronica”; se vogliamo essere al primo posto con questa parola chiave dovremo battagliare con tutti i forum che parlano delle sigarette elettroniche, con tutti i blog che si occupano di fumo digitale e quasi sicuramente buona parte degli utenti che cerca il termine “sigaretta elettronica” è in cerca di informazioni generali e non di uno specifico prodotto da comprare. Ecco perché, spesso, è più utile essere in prima pagina con una parola chiave di questo tipo “cartomizzatori boge 50mm” è una ricerca specifica per un prodotto e quindi porta meno traffico in termini assoluti ma è più probabile che generi una vendita. Il sito svapoo.it si trova in prima pagina con questa parola chiave e con molte altre che generano parecchie vendite.

Un altro esempio è quello dell'indicizzazione nei motori di ricerca con una componente geolocalizzata. Questa strategia per essere al primo posto nei motori di ricerca la utilizziamo molto per le attività che hanno un negozio fisico o che hanno una forte componente territoriale. Prendiamo per esempio il servizio di un officina che si trova a Torino e che si occupa di tuning estetico di automobili e principalmente di applicazione di pellicole oscuranti per i vetri. E' stato relativamente facile indicizzare il sito ai primi posti per parole chiave come “pellicole oscuranti per vetri auto” perché le parole chiave principali erano già contenute nella URL stessa del sito. Il grande risultato è stato raggiungere le prime posizioni per le parole chiave “oscuramento vetri auto torino” andando a occupare la zona di posizionamento naturale in cui grandi gruppi come Carglass comprano le parole chiave sponsorizzate. In questo caso essere indicizzati nelle prime posizioni di Google per termini generici come “pellicole oscuranti” può non essere così utile se chi ci trova abita a 800 chilometri di distanza da dove si trova l'officina (il sito è comunque al primo posto). Se ti interessa leggere qualche informazione sulle attività che abbiamo fatto per questo cliente per farlo vendere di più leggi anche questo articolo (articolo) o vai alla case history Solar Tech Auto

Un ulteriore motivo per cui il risultato in termini di vendite del posizionamento al primo posto nei motori di ricerca è relativo è legato alle potenzialità di generare business della nostra stessa strategia commerciale. Sono arrivato nelle prime posizioni delle pagine di Google ma non ho aumentato la richiesta di preventivi, oppure nonostante io abbia avuto un aumento della richiesta di preventivi grazie alla pubblicità su Internet i preventivi non si trasformano in lavori. Nel primo caso essere primo nei motori di ricerca non significa avere un contatto commerciale ottimizzato con il cliente e nel secondo caso si può immaginare che magari i nostri prezzi siano fuori mercato o che i nostri prodotti o i nostri servizi si stiano rivolgendo a un pubblico che non è il nostro target ideale.

Variabili che aiutano ad essere posizionati ai primi posti nei motori di ricerca e variabili che ci permettono di mantenere la prima pagina di Google che con tanta fatica abbiamo conquistato.

La qualità dei contenuti è sicuramente un elemento tra i più importanti per il posizionamento nelle prime pagine di Google e la sua importanza è destinata a crescere sempre di più in futuro. Google è un motore di ricerca che sarà sempre più orientato all'analisi semantica dei contenuti dei siti che indicizza nelle sue pagine. I contenuti non devono solo essere concepiti e realizzati in funzione del posizionamento dei motori di ricerca ma devono essere interessanti soprattutto per i visitatori di un sito che attraverso la gradevolezza, l'utilità e la coerenza dei testi decideranno se tornare o meno su quel sito. I contenuti di qualità aiutano anche a costruire quello che viene definito il link building e cioè l'importanza che gli altri siti danno ai nostri contenuti citandoli all'interno del loro stesso testo. La costruzione dell'autorevolezza del sito attraverso lo scambio di link reciproci è di fondamentale importanza per l'indicizzazione di un sito nelle prime posizioni del motore di ricerca.

La rete è sempre più veloce e consente di utilizzare elementi multimediali che fino a qualche anno fa era impensabile inserire in un sito. Immagini, video, infografiche vanno ad arricchire e a valorizzare i testi contribuendo alla risalita delle posizioni all'interno dei motori di ricerca, facendo capolino dai risultati della ricerca specifica su social network come youtube o anche solo con gli strumenti come la ricerca per immagini o per video di Google. Anche gli elementi multimediali vanno trattati con la stessa cura dei contenuti testuali per essere indicizzabili nelle prime posizioni dei motori di ricerca. Descrizioni, didascalie, alt tag, ecc. sono da tenere in seria considerazione prima della pubblicazione in rete se vogliamo ottenere una buona indicizzazione del nostro sito.

Non si può promettere a un cliente la prima posizione nei motori di ricerca, ragione di più se si tratta di Google. Ancora meno plausibile è pensare che una volta raggiunta la prima pagina su un motore di ricerca il nostro risultato rimanga li per mesi o per anni senza fare nient'altro. Tutti ambiscono alle prime posizioni soprattutto su Google e soprattutto a quelle del posizionamento naturale che non si pagano. Proprio per questo bisognerà lavorare perché i motori di ricerca non si dimentichino di noi fornendo contenuti sempre nuovi e interessanti, immagini dei nostri prodotti, video dei nostri lavori. Ogni giorno nascono siti nuovi, e i nostri concorrenti vogliono, come noi, essere nelle prima pagina, nei primi posti, perché nel motore di ricerca o sei nelle prime posizioni o sei fuori dai giochi.

Per concludere, è importantissimo essere nella prima pagina di Google, meglio ancora se nelle prime posizioni, ma è altrettanto importante esserci con le parole chiave giuste, avere una strategia di supporto alla vendita e al contatto commerciale che permetta di trasformare questo vantaggio competitivo in fatturato, in crescita delle vendite o crescita del lavoro nel caso di attività commerciali. E' fondamentale avere una visione su tutti gli strumenti che Internet mette a disposizione per poter scegliere quelli più adatti al nostro modello di business.

Se avete letto fino a qui avete un idea di cosa significa e di come si può fare per raggiungere le prime posizioni nei motori di ricerca con l'obiettivo di utilizzare il sito internet non solo come vetrina ma come strumento di lavoro per guadagnare di più. Ma questo articolo parla anche di quanto è difficile essere primi nei motori di ricerca e di quanto è difficile mantenere le posizioni raggiunte. Il consulente, lo specialista non può fare questo lavoro gratis per voi e non può e non deve garantirvi risultati impossibili da raggiungere ma può consigliarvi una strategia, un piano di comunicazione integrato che permetta di avere risultati di crescita globali legati a un miglioramento di tutte le fasi del business.

Lascia un commento

Accedi al tuo account

Non ricordi la tuapassword ?

Registrati.