Ktop

0
GD Star Rating
a WordPress rating system

Webmarketing: andare a caccia di clienti o essere prede appetitose?

Davide 14 novembre 2012

Quando le aziende decidono di utilizzare internet per il proprio business online la maggior parte delle volte si sentono riempire la testa di parole come “SEO strategy”, “ottimizzazione della keyword density”, “interlinking”, “web popularity” e così via. Inizia allora il balletto di studiarsi la pagina costruita con la keyword density adeguata, di scrivere un testo con valenza SEO di cercare interlinking a pagamento ecc. Tutte queste attività sono fondamentali per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca o per aumentare l'autorevolezza del sito. Ma fatte da sole, decontestualizzate da un progetto di comunicazione più ampio, rischiamo di diventare complicate costose e laboriose ed in alcuni casi addirittura controproducenti.

Quando vengono portate come esempio storie di successo di aziende grandi o piccole che siano, viene mostrato il risultato finale di una campagna di marketing o di un'operazione di comunicazione su internet e raramente viene posta l'attenzione su tutto quello che ha portato a questo successo.

Quando cerchiamo di raggiungere il nostro potenziale cliente ci imbattiamo immancabilmente con una concorrenza spietata che è già ben posizionata nelle prime pagine dei motori di ricerca, che ha già una sua popolarità in rete, e questo nella quasi totalità dei casi è dovuto al fatto che, bene o male, i nostri concorrenti si sono mossi prima di noi.

Questo tipo di situazione non deve scoraggiare ma deve essere uno stimolo a ripensare alla propria strategia di comunicazione tenendo sempre presente il fatto di avere anche lo strumento internet da utilizzare. E' importante quindi conoscere gli strumenti che la rete ci mette a disposizione, valutare quali possono essere i più indicati per il nostro tipo di attività e ripensare alla nostra strategia di web-marketing.

LO STRANO CASO DELLE PATATE BIO: approcci a confronto

“Andare a caccia di clienti
Produco e vendo patate biologiche e faccio un sito che racconta che vendo patate biologiche.
Compro keyword a pagamento su Google.
Pubblico annunci a pagamento su riviste specializzate in prodotti biologici.
Faccio realizzare pagine super ottimizzate SEO.

Questi investimenti mi danno il vantaggio immediato di avere traffico e se fatti bene di avere vendite. Ma hanno un effetto collaterale: se chiudo il rubinetto degli investimenti mi ritrovo ben presto senza una fetta importante dei miei visitatori

“Diventare una preda appetitosa”
Produco e vendo patate biologiche e nel blog che affianco mio sito racconto che esistono nel mondo decine di varietà di patate diverse e che ognuno ha una storia della quale pubblico un breve cenno accompagnato magari da delle curiosità. Ognuna di queste varietà di patate potrà essere preparata con una ricetta tipica del paese in cui viene coltivata e pubblico un ricettario online. Ci sono delle normative sulla produzione delle patate biologiche e io pubblico queste normative e racconto con foto e descrizioni il mio metodo di coltivazione biologico di queste patate. Queste sono solo alcune delle iniziative di comunicazione che posso adottare, ma ce ne sarebbero molte altre tipo giornate di degustazione insieme a un produttore di vino locale, giornate di visita dedicate alle scuole per spiegare ai giovani i vantaggi per la salute di un alimentazione biologica e molte altre. Tutte queste attività genereranno molte pagine con contenuti interessanti sia per google, e quindi importanti per il posizionamento nei motori di ricerca, sia per potenziali altri siti che parlano di argomenti legati al bio, alle ricette e alle patate e questo mi servirà per creare quella rete di relazioni che faciliteranno lo scambio di link e l'aumento della mia popolarità su internet.

Con il tempo il sito incomincerà a recuperare posizioni nei motori ricerca, ad avere un aumento delle visite e le nostre ricette e le nostre curiosità verranno linkate da altri siti e cosÏ via.

Tutto questo non si realizza in un mese e alle volte nemmeno in sei o sette, ma sto realizzando una strategia di comunicazione online che aumenterà il suo valore nel tempo. Che mi permetterà di ottimizzare i miei investimenti in comunicazione non dovendo “comprare” delle parole chiave che sono tipiche della mia attivtà, non dovendo “comprare” dei link perchè li ottengo pubblicando contenuti interessanti. Sicuramente affiancare una campagna di keyword marketing ben fatta aiuta ad aumentare i risultati e le performance complessive, ma integrata in un piano di più ampio respiro ne ottimizza i risultati.

La conclusione è che prima si inizia un attività di web marketing ben strutturata e prima si cominciano a mettere le fondamenta per un attività solida e duratura nel tempo.

Lascia un commento

About Author

Davide
Davide

La mia passione e il mio interesse per internet nascono nel lontano 1998 quando, lavorando per una società di organizzazione di eventi, me ne andavo in giro per l'Italia ad organizzare presentazioni di nuovi modelli di automobile e ad allestire gazebi per pubblicizzare note marche di birra o di prodotti di bellezza. Ai tempi del mitico sito di vendita di prodotti per lo sport, "giacomellisport" ho pubblicato con il contributo di due amici un sito di vendita online di prodotti sportivi della Mizuno, coronando nel contempo il sogno di laurearmi in Scienze della Comunicazione (senza lode, per chi ci tiene particolarmente). Nel 1999, frequentando con ottimi risultati il "Master in marketing e comunicazione" presso l'Unione Industriale di Torino, uno dei relatori con un buon occhio per i giovani promettenti mi presenta ad una società che si occupa di internet e di nuove tecnologie applicate al marketing e nel 2000 inizio a lavorare a tempo pieno per quello che mi ha sempre appassionato. Per i successivi sei anni ho avuto l'opportunità di lavorare a stretto contatto con grandi società del mondo internet e del mondo delle comunicazioni come MSN e Kataweb, e con grandi gruppi editoriali come il "Gruppo l'espresso". Ho partecipato all'organizzazione di eventi fieristici del settore internet come SMAU Milano. Mi piace il contatto con il pubblico ed il confronto su tutto quello che è nuovo e su tutto quello che è vecchio ma che è collaudato e funziona. Ho svolto tanta attività commerciale e sono entrato in contatto con tante realtà grandi (FIAT per fare nomi conosciuti) e piccole, ognuna con i suoi problemi e le sue specificità. Ho fatto consulenza per realizzazione di siti istituzionali, per grandi soluzioni per l’e-commerce, ma anche per la gestione della parte di webmarketing. Ho seguito, con specialisti del settore, attività di SEO, progettazione e gestione di campagne SEM, progettazione e gestione di strategie di posizionamento sui motori di ricerca utilizzando canali di social marketing e communities online per la brand e product awareness. Nel 2010 ho fondato la società Ktop con l'obiettivo di poter utilizzare quello che ho imparato in più di dieci anni di internet e marketing online scegliendo gli interlocutori i partner e le strategie in armonia con il mio pensiero e non con il pensiero di "accalappiare" un cliente costi quello che costi. Vedi tutti gli articoli per Davide →

Accedi al tuo account

Non ricordi la tuapassword ?

Registrati.