Ktop

0
GD Star Rating
loading...

Aumentare il rendimento del proprio blog attraverso l’uso delle immagini

Davide 13 dicembre 2012

Una frequenza di rimbalzo alta è un dato che porta frustrazione al blogger. Avere un blog con centinaia di visitatori al giorno che però abbandonano le pagine dopo un secondo è come avere un blog senza traffico.

In questo caso è importante porsi le domande giuste, per individuare il problema e riuscire a trattenere il visitatore sul proprio blog.

Quanto è attraente il blog?
Quanto tempo ci mettono i lettori a passare dalla tua pagina a quella di un altro blog con contenuti più promettenti?
Cosa determina questo comportamento?
Come si può trasformare questa situazione negativa in una favorevole al nostro blog?

Purtroppo la risposta a queste domande riguarda non tanto la teoria, quanto la pratica di esperimenti e prove per individuare e rendere stabile ciò che funziona ed eliminare quello che non porta risultati.

L'esperienza insegna che una delle strategie più efficaci per rendere un blog più interessante è quella di utilizzare le immagini. Tuttavia non tutte le immagini funzionano: anche nella scelta delle immagini ci vuole pratica e qualche consiglio valido a livello generale

Usare immagini rilevanti
Prima ancora di poter essere efficaci, le immagini sul blog devono essere pertinenti, devono amalgamarsi perfettamente con il contenuto del blog. Il buon senso già ci suggerisce che se parliamo di un centro di addestramento per cani, non sarà una buona scelta esporre l'immagine di un gatto o di animali in generale. L'immagine nel blog non è solo inserita per occupare spazio ma deve essere esplicativa, porre il giusto accento sul contenuto del post. Si possono utilizzare anche delle immagini per gli elenchi puntati, al posto dei classici elementi sempre, facendo attenzione al fatto che le immagini corrispondano e siano coerenti con il contenuto di ciascun punto. Per la ricerca delle immagini è possibile utilizzare Flickr come fonte di contenuti creative commons.

Utilizzare immagini grandi
Le immagini grandi funzionano più delle miniature e delle immagini a dimensioni medie. I lettori sono portati ad apprezzare e a essere attratti da immagini grandi e di buona qualità, soprattutto quando contribuiscono alla comprensione del post. Un esempio è quello dell'utilizzo delle infografiche negli articoli.

Utilizzare immagini cliccabili
Buona parte dei visitatori passa il puntatore sopra l'immagine anche se già si vede bene. Se l'immagine di buona qualità e gradevole, e la didascalia che la accompagna è chiara e coerente, aumenta la propensione a cliccare nel momento in cui il lettore vede che si tratta di un collegamento. Questo modello di collegamento attraverso le immagini può essere utilizzato per portare l'utente su altre pagine con contenuti di approfondimento o complementari. Inoltre utilizzare le keyword come alt tag del link dell'immagine consente di guadagnare un po' di “simpatia” da parte dei motori di ricerca. Google considera molto positivamente la coerenza del nome dell'immagine all'interno dei siti.

Ridimensionare le immagini
Molti utenti non amano aspettare troppi secondi per il caricamento delle immagini della pagina di un blog. Questo è uno dei fattori che fa crescere molto la frequenza di rimbalzo. Quando è possibile meglio comprimere le immagini in pochi Kb cercando di non sacrificarne troppo la qualità.

I lettori amano l'umorismo
Come recita il Cluetrain Manifesto, le aziende devono prendersi meno sul serio, hanno bisogno di adottare un po' di senso dell'umorismo. Questo vale sia per i contenuti sia per le immagini, che sono gli elementi fondamentali della comunicazione. Anche se il blog tratta temi educativi o professionali, qualche sfumatura di humor non solo rende il contenuti più interessanti, ma ha un effetto di “persuasione” a continuare la lettura fino alla fine. Quindi anche se le immagini devono essere coerenti con il contenuto, riuscire a sceglierle in modo che riescano a strappare un sorriso renderà più gradevole la lettura di molti post.

Un immagine è molto più che una semplice decorazione per un blog. E' un oggetto che aumenta l'attrattiva ed il rendimento del blog stesso. Non utilizzare le immagini negli articoli potrebbe farci perdere più utenti di quanti non pensiamo

Lascia un commento

About Author

Davide
Davide

La mia passione e il mio interesse per internet nascono nel lontano 1998 quando, lavorando per una società di organizzazione di eventi, me ne andavo in giro per l'Italia ad organizzare presentazioni di nuovi modelli di automobile e ad allestire gazebi per pubblicizzare note marche di birra o di prodotti di bellezza. Ai tempi del mitico sito di vendita di prodotti per lo sport, "giacomellisport" ho pubblicato con il contributo di due amici un sito di vendita online di prodotti sportivi della Mizuno, coronando nel contempo il sogno di laurearmi in Scienze della Comunicazione (senza lode, per chi ci tiene particolarmente). Nel 1999, frequentando con ottimi risultati il "Master in marketing e comunicazione" presso l'Unione Industriale di Torino, uno dei relatori con un buon occhio per i giovani promettenti mi presenta ad una società che si occupa di internet e di nuove tecnologie applicate al marketing e nel 2000 inizio a lavorare a tempo pieno per quello che mi ha sempre appassionato. Per i successivi sei anni ho avuto l'opportunità di lavorare a stretto contatto con grandi società del mondo internet e del mondo delle comunicazioni come MSN e Kataweb, e con grandi gruppi editoriali come il "Gruppo l'espresso". Ho partecipato all'organizzazione di eventi fieristici del settore internet come SMAU Milano. Mi piace il contatto con il pubblico ed il confronto su tutto quello che è nuovo e su tutto quello che è vecchio ma che è collaudato e funziona. Ho svolto tanta attività commerciale e sono entrato in contatto con tante realtà grandi (FIAT per fare nomi conosciuti) e piccole, ognuna con i suoi problemi e le sue specificità. Ho fatto consulenza per realizzazione di siti istituzionali, per grandi soluzioni per l’e-commerce, ma anche per la gestione della parte di webmarketing. Ho seguito, con specialisti del settore, attività di SEO, progettazione e gestione di campagne SEM, progettazione e gestione di strategie di posizionamento sui motori di ricerca utilizzando canali di social marketing e communities online per la brand e product awareness. Nel 2010 ho fondato la società Ktop con l'obiettivo di poter utilizzare quello che ho imparato in più di dieci anni di internet e marketing online scegliendo gli interlocutori i partner e le strategie in armonia con il mio pensiero e non con il pensiero di "accalappiare" un cliente costi quello che costi. Vedi tutti gli articoli per Davide →

Accedi al tuo account

Non ricordi la tuapassword ?

Registrati.